NoccioleNews

admcia

La Cia- Agricoltori di Asti partecipa al Progetto di monitoraggio della cimice asiatica in Piemonte svolto in collaborazione con Agrion, Ascopiemonte, Confagricoltura, Coldiretti, Fondazione Edmund Mach e con il contributo di Ferrero Hazelnut Company. Il monitoraggio utilizza trappole a feromoni e «frappage».

NOCCIOLO – BOLLETTINO DEL 29 / 07 / 2020

CIMICE: Prosecuzione dei monitoraggi in noccioleto. In presenza di situazioni a rischio contattare il settore tecnico per valutare la strategia da seguire.
Scarica il bollettino

Trappole a feromoni

Le installazioni sul territorio regionale sono 80.
Qui le rilevazioni aggiornate.

Trappola AgBio (feromone Trécé)

In sperimentazione

Trappola piramidale nera modello AgBio® attivata con feromone Trècè, posta ad almeno 20 – 30 m da noccioleto (lettura settimanale per il conteggio del numero di cimici).

 

trappola_2-1
trappola 1

Vespa samurai (Trissolcus japonicus)

La vespa samurai è un limitatore naturale di cimice asiatica proveniente dalla stessa zona di origine
(specie aliena). Si sviluppa a carico delle uova di cimice (parassitoide oofago): depone le sue uova all’interno di quelle di cimice e vi si sviluppa fino a diventare adulto.

I lanci previsti sono 100, vengono eseguiti in corridoi verdi in prossimità di zone in cui, negli ultimi anni, sono stati riscontrati danni ingenti da cimice asiatica.

 

Adulti della Vespa samurai mentre attaccano uova della Cimice asiatica

Segnalazioni di «brown stain disorder»

A causa di sbalzi termini e piogge abbondanti, in genere a maggio, si segnalano fenomeni “brown stain disorder”. I frutticini presentano imbrunimenti e gocce di essudato, tessuto spugnoso e interno annerito.
I frutti colpiti sono soggetti a cascola precoce. Per prevenire e superare il problema è importante mantenere l’equilibrio nutrizionale della pianta evitando carenze di azoto, potassio e boro.

brown_disorder

Batteriosi

Temperature miti e piogge accentuano i fenomeni di batteriosi responsabili di maculature e aloni clorotici su peduncolo e foglie. La causa è il batterio termofilo che si sviluppa a temperature comprese tra 18 e 22° C.

 

batteriosi_1
batteriosi

Segnalazioni di «Deperimento del nocciolo»

Sono stati segnalati casi di microfillia fogliare e di disseccamento delle pertiche. E’ molto importante poter analizzare la parte aerea e la parte radicale sia delle piante con sintomi e sia delle piante adiacenti asintomatiche. Agrion ha predisposto un’ apposita scheda tecnica di rilevazione.

deperimento_nocciolo